Pedagogia: collane e riviste

Pedagogia: collane e riviste

Teorie, metodi, idee per progettare l’agire educativo

La collana “Pedagogie” si rivolge agli studiosi e ai professionisti dell’educazione e della formazione e a quanti siano interessati a ricercare-ricostruire-intrecciare i riferimenti teorici con le prassi educative, nella prospettiva dell’apprendimento permanente e del sistema formativo integrato. Vengono proposti modelli plurali che mettono in campo risorse materiali e simboliche, teoretiche e strumentali, scientifiche e culturali utili a orientarsi e a orientare le scelte in materia di educazione e di formazione. 
La collana promuove un’idea di pedagogia come scienza plurale, critica, antidogmatica, storica, aperta alle differenze e finalizzata all’emancipazione dell’uomo e della donna nella molteplicità dei tempi e dei luoghi di vita.
In tal modo, la pedagogia si fa “Pedagogie” recuperando il senso trasformativo di ogni contesto di esperienza.

Ezio Del Gottardo, Elena Nicolai

Breviario pakistano

In dialogo con l'universo culturale ed educativo pakistano

 La collana Educazione, Società e Pedagogia Militante intende dare spazio sia alla riflessione teoretica sia  a quella prassica sui temi che toccano aspetti di carat­tere fondativo, epistemologico e riflessivo delle prassi nell’educazione formale, non formale e informale, aprendo a contenuti di attualità  che interrogano il rapporto educazione/società nella prospettiva di una pedagogia impegnata e, pertanto, centrata sui temi dei diritti dei minori, della giustizia in educazione, della cittadinanza attiva,  dell’intercultura, dell’inclusione e delle politiche educative  
e scolastiche sia nella prospettiva pedagogica  e didattica sia in quella storico-comparata.
La collana si propone, attraverso l’intreccio tra ricerca sul campo e riflessione pedagogica, di promuovere:  lo studio e la diffusione delle buone prassi educative  nei contesti scolastici ed extrascolastici e/o  di cooperazione internazionale; l’analisi di modelli di formazione degli adulti e dei formatori (insegnanti, educatori, dirigenti scolastici, coordinatori…) che favorisca i processi riflessivi e le capacità di innovazione e sperimentazione; la riflessione sui principi generali dell’educazione  e sulle sfide pedagogiche nel rapporto educazione/società/pedagogia militante; la ricostruzione di problematiche di attualità che evidenzino le contraddizioni e/o i nodi problematici nell’evoluzione storica e/o negli studi comparativi; l’analisi e la valorizzazione di modelli di intervento che promuovano un’educazione equa e solidale, la partecipazione attiva di tutti gli attori e i processi di coscientizzazione.

a cura di Lorena Milani e Sara Nosari

Cristina Boeris

La collana Proteo. Progetti, Temi, Epistemologie per l’occupabilità intende dar voce agli studi teoretici e alle buone prassi che la pedagogia del lavoro, da diversi anni, elabora e realizza al fine di promuovere una idea emancipativa e formativa di lavoro anche rispetto alle più recenti emergenze sociali, culturali ed educative. Il suo stesso titolo rimanda alla caratteristica proteiforme della attuale realtà lavorativa che, a sua volta, richiede l’esercizio di menti e competenze flessibili, divergenti, attivamente adattive, resilienti, in grado di affrontare i metacambiamenti sociali e culturali per progettare formativamente il futuro. Per questo, suo obiettivo è ospitare contributi nazionali e internazionali sui temi del lavoro, della formazione e dell’orientamento al lavoro e “sul” lavoro e delle competenze che, rispettivamente, operatori e cittadini devono acquisire e mettere in gioco nei molteplici tempi e luoghi della vita. La collana, fortemente caratterizzata da una impronta pedagogica, è aperta anche ai contributi delle diverse scienze del management e delle organizzazioni, nella consapevolezza che la complessità della questione lavoro richiede, necessariamente, un approccio inter-, trans- e post-disciplinare.
a cura di Daniela Dato, Severo Cardone, Cristina Romani
La conoscenza del sé e il potenziamento delle life skills
Saggi di S. Cardone, D. Dato, A. Filippone, A. Fiorella, M. Fusillo, M. Goduto, F. Mansolillo, M. Marino, G. Papagni, C. Romano, F. Ruggiero, T. Torregrossa

a cura di Daniela Dato, Severo Cardone, Francesco Mansolillo

E-guidance

Percorsi online di orientamento formativo di gruppo
per studenti universitari

Un esperimento didattico nella pandemia
Prefazione di Isabella Loiodice
Saggi di C. Altieri, M. Bassi, S. Cardone, M. Caroprese, N. Cascioli, D. Dato, A. Fiorella, F. Franceschelli, M. Giardina, I. Loiodice, F. Mansolillo, G. Papagni, A. Quinto, C. Romano, R. Saraò
 
 

La collana “Storia dell’educazione” intende proporre monografie, saggi, riedizioni di testi classici con apparati critici rinnovati e traduzioni, comprese le opere ancora inedite in Italia, specificamente dedicati alla storia dell’educazione. Si rivolge agli studiosi dell’educazione e della formazione, a quanti siano interessati a ricercare e ricostruire i fondamenti storici delle prassi educative attraverso lo studio dei contesti culturali e delle relazioni che sussistono tra i rapporti sociali e i modelli pedagogici di un determinato periodo storico.
La collana vuole dunque focalizzare l’attenzione su un’idea di storia della pedagogia come ricerca storico-educativa: a tale scopo si intende assegnare spazio – accanto alle teorie e alle idee – alla storia delle istituzioni, dei processi e dei costumi educativi, nella consapevolezza che ogni percorso formativo rappresenta un’esperienza sociale da analizzare e illuminare con gli strumenti e i metodi della critica più aggiornata.

a cura di Barbara De Serio
La narrativa per l’infanzia quale strumento privilegiato per affrontare questioni pedagogiche e per riflettere sui rapporti di genere

a cura di Barbara De Serio

Cura e formazione nella storia delle donne

Madri, maestre, educatrici

Un nuovo profilo di donna, portatrice di specifiche competenze di cura.

La collana di “Studi e Ricerche sull’Educazione Mediale” è referata.
Ciascun manoscritto è sottoposto a un attento processo di peer review internazionale. Il manoscritto, reso anonimo, viene inviato al comitato scientifico che seleziona i nomi dei due revisori esterni tra docenti di chiara fama dello specifico settore disciplinare. Per ulteriori informazioni sulla procedura di referaggio per sottoporre un manoscritto si può consultare il sito: www.design.unifg.it  

a cura di Maria Grazia Simone

Saggi di A. Balestra, A. Bobbio, F. Bochicchio, A.E. Costanzo, E. Del Gottardo, E.I. Feola, P. Limone, D. Maggi, E. Palomba, L. Pandolfi, N. Paparella, S. Patera, A. Perucca, M. Piccinno, F.P. Romeo, M.G. Simone, A. Tarantino, M. Tempesta, G.A. Toto
a cura di Nicola Paparella

Tempo imperfetto

Progetti e nuovi compiti per la pedagogia e l’educazione

Saggi di Andrea Bobbio, Ezio Del Gottardo, Anna Dipace, Teresa Grange, Isabella Loiodice, F. Feldia Loperfido, Gianni Nuti, Nicola Paparella, Salvatore Patera, Angela Perucca, Carmela Pierri, Alessia Scarinci

L’Universo “MeTis”: i Quaderni, gli Speciali, la Rivista
www.metijournal.it

“MeTis” è una rivista internazionale di Pedagogia, Didattica e Scienze della Formazione Open Access in doppio formato digitale e cartaceo, il cui intento è promuovere l’apertura del mondo della formazione alle suggestioni, alle contaminazioni, al meticciamento, alle ibridazioni con tutte le scienze dell’uomo che ne possano allargare gli orizzonti di riflessione e problematizzazione, di sapere e azione, di scelta e di orientamento. 
“MeTis” è una rivista scientifica basata sul doppio referaggio cieco, diretta da Isabella Loiodice. È finalizzata ad approfondire i temi/problemi delle emergenze educative dell’intero corso della vita e dei molteplici contesti nei quali il soggetto nasce, cresce e si forma.
“MeTis” è occasione di incontro critico e dialettico tra interpretazioni e proposte teorico-pratiche dell’agire formativo tra loro differenti e anche distanti, che vogliano fare di tale distanza risorsa di confronto, ricerca e crescita comune. In tal senso, le scelte organizzative della rivista sono tutte orientate a rendere superabili le diffuse difficoltà di divulgazione delle ricerche e del pensiero che incontrano studiosi e operatori del settore formativo a tutti i livelli. In tal senso, per pubblicare la rivista non fa pagare agli autori nè APCs nè publication charges.
“MeTis” è indicizzata da: Google Scholar; ACNP; WorldCat; Ulrich’s WEB Global serials directory; Pleiadi; JURN search-engine. In attesa di conferma da: DOAJ (Directory of Open Access Journals); Academic Journals Database.

a cura di Giuseppe Annacontini
e Daniela Dato

 
Saggi di Giuseppe Annacontini, Dario Colella, Daniela Dato, Barbara De Serio, Vito Minoia, Stefano Oliverio, Pascal Perillo, Silvio Premoli, Gilberto Scaramuzzo
A cura di Maria Livia Alga
e Rosanna Cima
Speciale “MeTis”. Mondi educativi 2020

Quando le donne trasformano i conflitti sociali in sapere.

 

a cura di Silvia Maria Manfredi e Silvio Premoli

Autori Vari

La famiglia: crisi, morte o rinascita? “MeTis”. Mondi educativi 12(1)

NUMERO LEGGIBILE ONLINE

Sorgente di beni (e mali) relazionali per sé stessa e per la comunità

Autori Vari

La “bellezza collaterale” del tempo dell’emergenza “MeTis”. Mondi educativi 11(2)

NUMERO LEGGIBILE ONLINE

L’umano nella molteplicità dei tempi e dei luoghi di vita
0
    0
    Carrello
    Il tuo carrello è vuotoTorna al sito
      Calculate Shipping
      Apply Coupon

      Iscriviti alla nostra newsletter

      * Campo obbligatorio
      A che lista desideri iscriverti?