Cerca
Generic filters

La flanerie

La flanerie

Letizia Carrera

La flanerie

Da Baudelaire a Lefebvre: il passo lento del pensiero.

Anno di pubblicazione: 2018
Numero di pagine: 104
ISBN 978-88-6194-374-2 Tipologia

Prezzo

15,00

Nella prima metà dell’Ottocento nasce la figura del flâneur, che attraversa la città con passo lento e, soprattutto, con occhi nuovi. Egli è un osservatore attento del grande mutamento che la modernizzazione ha determinato. Le grandi città europee, da Parigi a Londra e Berlino, diventate metropoli assolutamente nuove per forme fisiche e vita quotidiana, richiedono metodi anch’essi nuovi per capirle e rappresentarle.
La flânerie, il camminare curioso e riflessivo, nasce e si evolve con questo compito. Dai tratti quasi impressionistici dei poemetti in prosa di Charles Baudelaire si trasformerà, con Georg Simmel, Siegfried Kracauer, e poi soprattutto con Walter Benjamin, Guy Debord, Michel De Certeau e Henry Lefebvre, in un metodo sistematico di osservazione e di analisi della città e, attraverso questa, della modernità stessa che nelle nuove metropoli prende forma.
Il volume, offrendo esempi di ricerca empirica condotta con la flânerie, illustra la ricchezza e i risultati di questo metodo e, soprattutto, mostra come esso possa divenire lo strumento di ogni cittadino per reclamare con forza il proprio diritto alla città.

 

Letizia Carrera

Letizia Carrera insegna Sociologia generale e Sociologia urbana nell’Università degli studi di Bari Aldo Moro. Si occupa di temi attinenti alla partecipazione politica, al lavoro e, in una prospettiva interdisciplinare, della città contemporanea e dei mutamenti che modificano le condizioni dell’esperienza quotidiana dei soggetti. Tra le pubblicazioni più recenti si ricordano i volumi Fare o non fare politica. Soggetti modi luoghi (Milano 2010), Vedere la città. Gli sguardi del camminare (Milano 2015) e i saggi Scelte scolastiche e progetti di vita. Le differenze di genere (Bari 2013), Camminare nella città tra velocità e flânerie (Milano 2015), Marcher dans les rues de Strasbourg. Le piéton réflexif et l’archéologie urbaine (Parigi 2017). Per Progedit ricordiamo Le donne distanti (con Enzo Persichella, 2010), Donne e lavoro attraverso la crisi (Bari 2014), La flanerie (2018) e la cura di Gli studenti universitari stranieri (2011).

Non ci sono recensioni degli utenti legate a questo libro

Recensioni

Ancora non ci sono recensioni.

Recensisci per primo “La flanerie”

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Iscriviti alla nostra newsletter

Per favore, seleziona la lista a cui ti vuoi iscrivere:
   Annulla l’iscrizione