Il Petruzzelli

Il Petruzzelli

Antonio Rossano

Il Petruzzelli

Il libretto dell’opera più importante in scena in un secolo di vita e morte del Petruzzelli: una piccola storia del teatro e della città che l’ha generato. NUOVA EDIZIONE

Collana: Reti
Anno di pubblicazione: 2010, III ed. riveduta e ampliata
Numero di pagine: 140, con 24 pp. di ill in b/n e a colori
ISBN 978-88-6194-046-8 Tipologia

Prezzo

14,00

Alla sua terza edizione, l’esemplare storia del Petruzzelli si arricchisce di un saggio di musicologia firmato da Pierfranco Moliterni. Un teatro non è solo quinte, luci, platea, musica. E’ la memoria di una città. E l’uso della memoria può diventare uno strumento formidabile di coscienza civile. Con un racconto agile, che attraversa origini, evoluzione, splendori, fatale incendio e ricostruzione, Antonio Rossano rilegge allo stesso tempo le vicende di un luogo artistico, della città e della sua classe dirigente e l’intreccio di imprenditoria, cultura e politica. Il viaggio del cronista, che ha vissuto in prima persona parte delle vicende narrate, non è un percorso lineare bensì a balzi, con qualche sosta e molti sussulti in corrispondenza di tappe e momenti significativi. Fra successi e inciampi, è la storia stessa di una istituzione mentre passavano regimi, mode, protagonisti e tic culturali. Oltre cento anni sono passati al setaccio, rivissuti in controluce: dalla Bari ambiziosa dei primi del Novecento alla grande illusione con l’auto-investitura a città metropolitana. Due guerre, il fascismo, l’avventura di Radio Bari, i grandi nomi che hanno calcato quel palcoscenico: Beniamino Gigli, Licia Albanese, Sergio Bruscantini, ma anche Bing Crosby e Totò, Nureyev e Margot Fontaine, Pavarotti e Domingo, Von Karajan e Muti, Eduardo e Carmelo Bene. Non mancano episodi curiosi: Mario Del Monaco e la sua Arriflex, i Reali d’Italia che non assistono al finale dell’ “Aida” e Aldo Moro che arriva proprio quando il tenore attacca “Cielo e mar”. Poi le tournées: Norvegia, Charleston, San Pietroburgo, Il Cairo. E ancora: l’incendio, un quotidiano “bruciato” nel rogo del teatro e un bar che apre prima del tempo. Fino alle polemiche sulla ricostruzione e sul concerto inaugurale. Correda il volume un ricco apparato illustrativo in bianco nero e a colori, che illumina l’immagine del Petruzzelli per come l’hanno ideata e rappresentata in un secolo artisti, designer, grafici.

Antonio Rossano

Antonio Rossano è stato giornalista (premio Saint-Vincent '75) e autore di numerosi libri, tra i quali si ricordano in particolare L'altro Moro (SugarCo ed., Milano 1985, Premio Nuovo Mezzogiorno), e ancora, per i tipi di Levante, Piccinni mi ha detto, Poveri di passaggio, Mi lagnerò tacendo. Con i Cippecciotti-Pierotto baffobuffo (2000), è stato finalista al premio nazionale di narrativa per ragazzi "Il Castello volante", di Carovigno. Autore di atti unici per la voce solista di Giorgio Aldini, tre suoi radiodrammi sono stati trasmessi dalle reti nazionali Rai. Le opere raccolte in "Viva i santi, viva tutti quanti" (La Nuova Italia, Firenze 1976) hanno meritato il Premio Campione d'Italia per il teatro. Per Progedit, infine, ha pubblicato Quel che restò di una città (2008), Padre pio. E tu, che santo sei? e Il Petruzzelli. Storia di una città (Bari, 2010).

Non ci sono eventi legati a questo libro
Non ci sono recensioni degli utenti legate a questo libro

Recensioni

Ancora non ci sono recensioni.

Recensisci per primo “Il Petruzzelli”

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

0
    0
    Carrello
    Il tuo carrello è vuotoTorna al sito
      Calculate Shipping
      Apply Coupon

      Iscriviti alla nostra newsletter

      * Campo obbligatorio
      A che lista desideri iscriverti?