Cerca
Generic filters

Tu secchi. Io fiorisco

Tu secchi. Io fiorisco

Eugenio Scardaccione

Tu secchi. Io fiorisco

Aprire i cassetti della propria vita. Con la sfacciataggine del giullare che cala le braghe al re di turno, con la naturalezza del ragazzo di cortile. Coraggio o incoscienza? Generosità o azzardo?

Anno di pubblicazione: 2007, II ed.
Numero di pagine: 136, I ed.
ISBN 978-88-88550-98-5 Tipologia Tag , ,

Prezzo

12,00

“Con la sfacciataggine del giullare che cala le braghe al re di turno”, nota il pedagogista Daniele Novara nella sua Prefazione, “con la naturalezza del ragazzo di cortile, con la sfrontatezza di chi non ha niente da difendere se non le sue idee e la sua storia, l’autore di Tu bocci. Io sboccio torna ai suoi lettori rendendo pubblico il proprio personale racconto autobiografico. Libera le pagine dai cassetti in cui più o meno tutti conserviamo gelosamente – ma per chi? – le nostre riflessioni, i nostri sogni e le nostre inquietudini. Coraggio o incoscienza? generosità o azzardo?” Con questi interrogativi ci avviciniamo al nuovo libro di Scardaccione. Le sue pagine contengono la narrazione di esperienze di una vita normale, con alti e bassi, degna di essere raccontata, come tante altre. Si intravede un desiderio intenso di condivisione delle sue esperienze: i viaggi, i sogni trascritti per circa tre anni tutte le mattine, la feconda memoria, gli incontri, metafore che aiutano a disvelare un universo interiore. E poi la pace, la nonviolenza, i racconti, un pizzico di umorismo e di allegria, l’elogio della poesia, della bellezza, la centralità della scuola, l’interiorità, la ricerca spirituale, le figure di don Lorenzo Milani e la scuola di Barbiana, la maieutica di Danilo Dolci, il sorriso di Frère Roger. Il raccontarsi diventa una modalità sperimentata che germoglia e dà i suoi frutti, perché si dispiega come una sanante e benefica terapia, senza trasformarsi in esercizio esasperato e vuoto di narcisismo autoreferenziale. Il menu è gustoso e digeribile, senza fretta e frenesie nevrotiche. Lentamente.

Eugenio Scardaccione

Eugenio Scardaccione (per tutti, amichevolmente, Gegè) è nato ad Aliano (Mt), nella misteriosa e incantevole terra lucana dei calanchi descritta da Carlo Levi. Risiede a Bari, dove fa il preside o, come si dice oggi, il dirigente scolastico. Ha pubblicato Tu bocci. Io sboccio (La Meridiana, Molfetta 2004) e, per Progedit, Tu secchi. Io fiorisco (Bari 2006) e Tu semini. Io raccolgio (2012).

Non ci sono eventi legati a questo libro

Non ci sono recensioni legate a questo libro

Non ci sono recensioni degli utenti legate a questo libro

Recensioni

Ancora non ci sono recensioni.

Recensisci per primo “Tu secchi. Io fiorisco”

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Iscriviti alla nostra newsletter

Per favore, seleziona la lista a cui ti vuoi iscrivere:
   Annulla l’iscrizione