Edonismo tragico

Edonismo tragico

Alberto Izzo, Irene Strazzeri

Edonismo tragico

Come contrastare la miseria del mondo senza avere finalità universalmente condivise

Collana: In Limine
Anno di pubblicazione: 2010
Numero di pagine: 120

Prezzo

16,00

Viviamo una condizione difficile. Da un lato, non abbiamo la possibilità di condividere tutti un unico mondo di valori assoluti e oggettivi, poiché siamo coscienti della loro storicità e socialità; dall’altro, non abbiamo la capacità di fare nostre, fino all’estremo limite, le conseguenze di tale convinzione. Ciò può essere detto anche in altri termini: la nostra società “industriale avanzata” da un lato ha strumenti sempre più elaborati e perfezionati per contrastare la miseria del mondo, dall’altro non ha finalità universalmente condivise verso cui tendere. È proprio la mancanza di fini condivisi da tutti a rendere tragico il nostro edonismo.

Alberto Izzo

Alberto Izzo (Venezia 1933), laureatosi in Giurisprudenza nel 1957, ha studiato sociologia presso la Brandeis University (Usa). Ha insegnato Storia del pensiero sociologico e Sociologia dei processi culturali, conoscitivi e normativi a Trento, Storia della sociologia presso l'Università "La Sapienza" di Roma, dove è stato professore ordinario dal 1975. Si è occupato prevalentemente di teoria sociologica e sociologia della conoscenza. Tra le sue recenti pubblicazioni, ricordiamo Storia del pensiero sociologico (Bologna 1992), L'invincibile perplessità. Fondamenti, storia e problemi della sociologia della conoscenza (Roma 1999), L'anomia. Storia e analisi di un concetto (Roma-Bari 2002).

Irene Strazzeri

Irene Strazzeri è ricercatrice di Sociologia del mutamento presso l’Università degli Studi di Foggia. Da anni focalizza le sue ricerche sulla differenza sessuale e sul riconoscimento, sui mutamenti sociali trasfigurabili in innovazioni concettuali della teoria sociale, sul femminismo come rivoluzione nel modo di conoscere e praticare il mondo. Ha pubblicato: Post-patriarcato. L’agonia di un ordine simbolico (Roma 2014); per Progedit, Verità e menzogna. Sociologie del postmoderno (2010), Femminismo liquido. Dalle origini al cyborg (2019). Ha curato volontariamente l’archivio di storie di vita delle donne ospiti presso il Centro antiviolenza e antitratta “Libera” della Provincia di Lecce.

Non ci sono eventi legati a questo libro

Non ci sono recensioni legate a questo libro

Non ci sono recensioni degli utenti legate a questo libro

Recensioni

Ancora non ci sono recensioni.

Recensisci per primo “Edonismo tragico”

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


Il periodo di verifica reCAPTCHA è scaduto. Ricaricare la pagina.

0
    0
    Carrello
    Il tuo carrello è vuotoTorna al sito
      Calculate Shipping
      Apply Coupon

      Iscriviti alla nostra newsletter

      * Campo obbligatorio
      A che lista desideri iscriverti?