Cerca
Generic filters

Sesto atto

Sesto atto

A cura di: Giuseppe Annacontini, Alessandro Vaccarelli, Elena Zizioli

Sesto atto

Fare luce su scenari dove l’agire pedagogico può fare la differenza

Collana: Sesto atto
Anno di pubblicazione: 2022
ISBN 978-88-6194-580-7 Categorie , Tag

Prezzo

Il volume nasce dall’esigenza di delineare i confini – pur sempre provvisori, mobili e non privi di aree di intersezione con altri saperi – del campo della Pedagogia dell’emergenza. Si tratta di un passaggio obbligato per giungere a dare a quest’ultima la “forma” di sapere radicato in una epistemologia della complessità, caratterizzato dal principio logico-ermeneutico della ricorsione teoria-prassi, ispirato a una deontologia professionale critico-riflessiva che si traduce in prassi pedagogiche di cura e impegno generativo e trasformativo in contesti formali, non formali e informali.
Attraverso la molteplicità di voci e di esperienze che esprime il gruppo di ricerca della Siped Pedagogia dell’emergenza: relazione educativa, resilienza, comunità, si è inteso offrire una prima mappa concettuale, linguistica e metodologica per “essere nei” contesti dell’emergenza “implosiva ed esplosiva”, attrezzati di strumenti teorici e operativi per fare luce su scenari dove l’agire pedagogico può fare la differenza, su mondi paralleli, silenziosi, impliciti che, in riferimento agli stati-situazioni di emergenza, non sempre sono approssimabili attraverso la comunicazione istituzionale.

Alessandro Vaccarelli

Alessandro Vaccarelli è Professore associato di Pedagogia Generale e Sociale presso il Dipartimento di Scienze Umane dell’Università dell’Aquila. Ha scritto numerosi contributi a tema interculturale e sulla pedagogia nei contesti di catastrofe e prende parte attivamente ad iniziative di formazione dei docenti in servizio. Con Giuseppe Annacontini e Elena Zizioli coordina il Gruppo di Pedagogia dell’emergenza. Relazione Educativa, Resilienza, Comunità della Siped (Società Italiana di Pedagogia).

Elena Zizioli

Elena Zizioli è Professoressa Associata di Pedagogia Generale e Sociale presso il Dipartimento di Scienze della Formazione presso l’Università di Roma Tre. Ha all’attivo monografie, saggi e articoli e insieme a Giuseppe Annacontini e Alessandro Vaccarelli coordina il Gruppo di Pedagogia dell’emergenza. Relazione Educativa, Resilienza, Comunità della Siped (Società Italiana di Pedagogia).

Giuseppe Annacontini

Giuseppe Annacontini è professore associato di Pedagogia generale e sociale presso il Dipartimento di Storia Società e Studi sull’Uomo dell’Università del Salento. Si interessa di pedagogia convivialista, deontologia, educazione alla salute e promozione del benessere a partire da un approccio complesso e problematicista. Autore di numerosi saggi, articoli e volumi tra i quali: Dalla mano al pensiero (Lecce 2012); Pedagogia dal sottosuolo. Teoria critica e linee metodologiche (Torino 2014); con José Luis Rodríguez-Illera, La mossa del gambero. Teorie, metodi e contesti di pratica narrativa (Milano 2018). Per Progedit ricordiamo, Lo sguardo e la parola. Etnografia, cura e formazione (2010), la cura di Senza carro armato, né fucile. Libertà, resistenza, formazione di Jolanta U. Grębowiec Baffoni (2011), Imparare a essere forti. Segnavia di pedagogia della salute per pensare la relazione di cura (2019); con Rosa Gallelli, Formare altre(i)menti (2014); con Isabella Loiodice, Pedagogie meridiane (2017).

Non ci sono eventi legati a questo libro

Non ci sono recensioni legate a questo libro

Non ci sono recensioni degli utenti legate a questo libro

Recensioni

Ancora non ci sono recensioni.

Recensisci per primo “Sesto atto”

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Iscriviti alla nostra newsletter

* Campo obbligatorio
A che lista desideri iscriverti?