Cerca
Generic filters

Gunther Pariboni recensisce “Scusi, il treno si prende dalla stazione?” di Alessandra Nenna, con illustrazioni di Stefano Navarrini, sul “Il Quotidiano Italiano”.

Gunther Pariboni recensisce “Scusi, il treno si prende dalla stazione?” di Alessandra Nenna, con illustrazioni di Stefano Navarrini, sul “Il Quotidiano Italiano”.

Fonte: IlQuotidianoitaliano.com

“Scusi il treno si prende dalla stazione?”, il nuovo libro di Alessandra Nenna: riflessioni e ironia sui viaggiatori

Di Gunther Pariboni – 4 Dic 2020

Si ride con il viaggiatore e non del viaggiatore, ma soprattutto si invita alla riflessione di come chi ogni giorno prende un treno, viva in realtà in un universo parallelo.

È l’intento del libro di Alessandra Nenna edito da Progedit con le illustrazioni di Stefano Navarrini: una raccolta di frasi, battute e gaffes dei viaggiatori che si alternano a brevi racconti, ora umoristici, ora seri.

L’intenzione è rivelare come i luoghi pubblici, una stazione o un aeroporto, attraversati spesso di fretta ma sempre distrattamente, siano depositari di vissuto e identità.

Il punto di vista della narrazione è in prima persona la struttura è organizzata in capitoli dove le battute e frasi umoristiche sono divise per argomenti: “destinazioni”, “orari”, “soppressioni”, “partenze”, “fermate”, “biglietti” (a loro volta suddivisi tra il momento dell’acquisto e la richiesta di dove o come obliterare), “malintesi” e un’ultima sezione dedicata a quei momenti per cui Alessandra ha inventato i “senza risposta”, nel senso che diventa difficile averne.

Alessandra Nenna giornalista dal 2009, non è nuova alla letteratura: i suoi racconti sono stati pubblicati da Delos Books sulla rivista “Writers Magazine Italia” e nell’antologia “365 Racconti di Natale”. Tre suoi contributi di fiction sono usciti nell’antologia “Rapsodia” oltre che a gestire il blog “La penna di Nenna” (https://alessandranenna.weebly.com).

Il libro “Scusi il treno si prende dalla stazione?” può essere comprato nelle librerie ma anche direttamente al sito della casa editrice al prezzo di 13€ comprese le spese di spedizione (progedit.com/prodotto/scusi-il-treno-si-prende-dalla-stazione/) e per chi è abituato a viaggiare rappresenta un buon compagno da tenere nello zaino sia perché è piccolo, appena 100 pagine, ma soprattutto perché aiuterà a guardarsi intorno nei momenti d’attesa e magari a entrare in “empatia visiva” con chi ci sta intorno.

Iscriviti alla nostra newsletter

* Campo obbligatorio
A che lista desideri iscriverti?